Novembre 27, 2021

Baby Fede caso si chiude dopo 24 anni di ricerca per la persona che ha scaricato il neonato in Fort Collins’ Horsetooth Serbatoio

Andy Josey, un pensionato Larimer County Sheriff”s Office tenente, rimuove erba e aghi di pino da Baby Fede lapide durante la visita di sua tomba Dic. 21 al cimitero di Roselawn a Fort Collins. È stato uno degli investigatori principali nel caso Baby Faith da quando il corpo del bambino è stato trovato a Horsetooth Reservoir a ovest di Fort Collins nel 1996.

Erano passati 24 anni da quando Baby Faith fu trovata a Horsetooth Reservoir a ovest di Fort Collins, 24 anni di ricerca di risposte e la madre del bambino.

Ma dopo quei decenni di attesa, le risposte sono arrivate nel 2020 con la condanna della madre di Baby Faith, Jennifer Katalinich, che ha confessato di aver ucciso il bambino e si è dichiarata colpevole a giugno.

Katalinich è stato condannato in ottobre, a 90 giorni di carcere e otto anni di libertà vigilata per omicidio colposo e tre anni in correzioni comunitarie per manomissione di prove fisiche.

Tutti questi anni dopo, gli investigatori Andy Josey e Rita Servin, che erano sul caso nel corso degli anni, hanno parlato dei loro pensieri sul caso.

Come ha funzionato questo caso nel corso degli anni?

Josey: Quando abbiamo iniziato la nostra indagine nel 1996, non si pensava di non riuscire a risolverla. Abbiamo proceduto come abbiamo fatto in tutti i casi, con il piano per risolvere il caso e le accuse di file su eventuali trasgressori coinvolti.

In poco tempo, tuttavia, era chiaro che non avevamo informazioni per procedere senza l’aiuto di qualcuno con informazioni in arrivo. Con il passare dei primi mesi, la probabilità di ottenere tali informazioni si è rapidamente dissipata.

Dopo il primo anno di esame del caso, non è stato ottenuto nulla. Dieci anni dopo, non fu appreso nulla di nuovo. Indipendentemente da ciò, il caso era sempre lì nella mia mente, come molti casi importanti irrisolti erano, e sono ancora.

Sapevo che perché era ancora vivo nella mia mente, c’era la piccola speranza che un giorno potesse essere risolto. Ero preoccupato che il caso doveva ancora essere risolto — deluso, ma non fatto. Nel frattempo, mia moglie, Irene, ed io pensavamo a Baby Faith ogni tanto e continuavamo a visitare la sua tomba nel corso degli anni.

Servin: Mi è stato assegnato l’investigatore principale su questo caso all’inizio del 2019. Anche se ero un deputato con l’ufficio dello sceriffo della contea di Larimer nel 1996, non ero un investigatore e non avevo alcun coinvolgimento in questo caso. Ero a conoscenza del caso di omicidio di Baby Faith cold.

All’inizio del 2019, l’ufficio dello sceriffo della contea di Larimer è stato contattato dal Colorado Bureau of Investigation su un nuovo tipo di test del DNA e mappatura genealogica. Il caso Baby Faith è stato scelto per far parte di questo nuovo test. Sono stato poi assegnato al caso perché tutti gli altri investigatori non erano più con l’ufficio dello sceriffo. Speravo davvero che la nuova tecnologia potesse aiutarci a risolvere questo caso.

Dopo tutti quegli anni, hai mai pensato di trovare la sua vera madre e imparare la sua storia completa?

Josey: Il fatto che la madre di Baby Faith fosse un probabile sospettato era sempre presente nella mia mente. Tutti quegli anni non hanno rivelato informazioni che ci portassero a chi fosse.

Dopo aver riaperto il caso nel 2006 per rinnovare la richiesta di informazioni tramite i media regionali e non avendo risposte e nessuna nuova informazione condivisa con noi, ho ipotizzato che il caso non sarebbe mai stato risolto.

Qualsiasi test biologico/chimico fatto storicamente era stato tentato anche senza prove rivelate. Mi sono ritirato poco prima del 20 ° anniversario del caso, quindi nessun nuovo sforzo di condivisione dei media è stato fatto nell’agosto del 2016. Non immaginavo che sarebbero stati avviati nuovi sforzi-non rendendomi conto che i confronti del DNA erano ora potenzialmente praticabili.

Andy Josey, l”ufficio di un tenente Larimer sceriffo della contea in pensione, visita tomba di Baby Faith Dicembre. 21 al cimitero di Roselawn a Fort Collins. È stato uno degli investigatori principali nel caso Baby Faith da quando il corpo del bambino è stato trovato in Horsetooth Reservoir in 1996 fino al ritiro in 2016. Dopo 24 anni, la madre del bambino è stata condannata nell’ottobre di quest’anno per il crimine. Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti.)

Servin: Quando mi è stato assegnato il caso, ho letto l’intero caso e ho esaminato tutte le prove che sono state raccolte. Sapevo che gli investigatori nel 1996 avevano fatto tutto il possibile per identificare la madre di Baby Faith e non potevano.

La nuova mappatura del DNA e della genealogia sembrava essere l’unico modo possibile per risolvere questo caso. Sapevamo che il test era solo un pezzo di questo puzzle, e il pezzo più grande sarebbe stato quello che la madre e il padre di Baby Faith ci avrebbero detto, semmai.

Ora che il caso è stato chiuso e Jennifer Katalinich è stata condannata, cosa provi? A cosa stai pensando?

Josey: Ero contento e soddisfatto che nuovi sforzi erano in corso e aveva rivelato la madre della Fede bambino dopo tutti quegli anni. Sono grato per la preoccupazione e gli sforzi da parte delle agenzie del Colorado e del personale coinvolto che alla fine ha portato alla verità.

Sono stato felice che siano state sviluppate informazioni sufficienti per portare a sua madre in carica, poiché questo è l’unico obiettivo che un investigatore può raggiungere. Il resto della risoluzione è fuori dalle mani degli investigatori.

Ero contento che sua madre ammettesse di aver ucciso il suo bambino, Baby Faith, poiché la sua confessione dell’atto era l’ultima affermazione che ciò che sospettavamo fosse accurato.

Il processo giudiziario che ne è seguito era previsto, e il riconoscimento che l’età di questa materia può pesare pesantemente sul risultato finale è stato, credo, confermato dalla sentenza. Credo che avrebbe potuto pagare un prezzo maggiore per quello che ha fatto consapevolmente per porre fine alla vita di suo figlio, ma non sono sorpreso dalla sentenza.

Penso che il giudice abbia lottato con le possibilità e abbia scelto di assicurarsi che la madre pagasse un prezzo credendo di aver già superato il normale potenziale di incarcerare quando condannato per un crimine appena commesso.

Personalmente, sono contento di conoscere la verità e di sapere che la storia di Baby Faith è stata finalmente raccontata. Indipendentemente dall’esito di qualsiasi processo di giustizia penale, rimango fedele alla memoria di Baby Faith e mi prenderò sempre cura di lei come ho fatto io.

Servin: Come investigatore, quando ti viene assegnata un’indagine sul caso, diventi emotivamente coinvolto nel tuo caso e nella tua vittima. Sono diventato emotivamente attaccato alla fede bambino proprio come gli investigatori originali avevano.

Era mia responsabilità fare tutto il possibile per portare la chiusura per lei e per raccontare la sua storia.

Baby Faith era una perfetta bambina di 6 chili alla nascita che doveva vivere solo per pochi minuti. Non ha fatto nulla di male e non meritava il suo destino. Non meritava di essere uccisa e gettata nel serbatoio di Horsetooth come spazzatura ignorata.

Non so davvero se credo che abbiamo raggiunto la piena giustizia per Baby Faith, ma quello che so è che le abbiamo dato un’identità. Abbiamo lasciato che la sua storia fosse raccontata, e la nostra comunità si è unita per amare una bambina che non aveva nessuno che la amasse nei suoi primi minuti di vita.

Baby Faith vivrà per sempre nei miei ricordi e nei ricordi di quegli investigatori e membri della comunità che l’hanno amata.

Guardando indietro, guardando avanti

Fino a gennaio. 4, il Reporter-Herald chiederà a una varietà di membri della comunità di guardare indietro al 2020 e a ciò che è avanti per il 2021. Tutti i lettori sono invitati a condividere i loro pensieri su questo anno impegnativo attraverso commentando queste storie come appaiono sulla pagina Facebook Reporter-Herald, chiamando la linea RH a 970-635-3637 o l’invio di lettere al redattore tramite [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.