Gennaio 21, 2022

Curiosità: Atleti famosi con i piedi piatti

Molte volte gli aspiranti corridori hanno rinunciato ai loro sogni di diventare atleti famosi a causa del fatto che hanno archi bassi. I piedi piatti possono causare dolore da lieve a grave in tutti i talloni, i borsiti, le ginocchia, le caviglie, le gambe e la parte bassa della schiena. Inoltre, se hai i piedi piatti, molto probabilmente sei anche un pronatore eccessivo, che è anche rischioso e scomodo, specialmente se sei un corridore.

Ma la buona notizia è che con le scarpe da corsa ad arco basso, o anche utilizzando solette o plantari per i piedi piatti, il dolore scomparirà e così sarà il pericolo di lesioni a causa della sovrastampa.

Ancora di più, la formazione e fare gli esercizi appropriati può effettivamente aiutare a sviluppare archi!

Elenco dei famosi atleti dai piedi piatti

È il caso del famoso corridore americano Alan Webb, come illustrato nel libro “Born to run”. Webb detiene ancora il più veloce americano 1 miglio record di corsa così come il più veloce record di corsa miglio liceo nel paese. Ha iniziato a fare esercizi e ad allenarsi intensamente nella sua adolescenza. Poi, aveva un numero di scarpe 12 e piedi completamente piatti. Con anni di allenamento, non solo i suoi risultati sono migliorati, ma i suoi archi si sono sviluppati e la sua taglia di scarpe si è ridotta a 10.

Ci sono molti altri corridori famosi e altri atleti che hanno rivelato di avere i piedi piatti. Ovviamente, questo fatto non ha impedito loro di battere i record mondiali, vincere medaglie olimpiche e altri risultati migliori.

Ex detentore del record mondiale nella maratona, il corridore etiope Haile Gebrselassie ha detto di essere piatto. Questo non gli ha impedito di vincere la medaglia d’oro olimpica nei 10.000 metri in due giochi olimpici consecutivi nel 1996 e nel 2000.

Il famoso corridore marocchino di atletica Said Aouita detiene due record mondiali – nelle discipline dei 5.000 metri e dei 1.500 metri. Ha spesso parlato dei suoi piedi piatti e dei problemi che deve affrontare a causa loro. Anche se riconosce il rischio di sviluppare tendinite, Aouita non è disposto a rinunciare all’allenamento e alla competizione. Indossa scarpe speciali che mantengono i piedi comodi, supportati e al sicuro dal dolore e da possibili lesioni. Aouita è tra i 30 corridori più veloci nella disciplina dei metri 800 anche se questo non è il suo tipico evento di corsa.

Steven “Steve” Plasencia è un vincitore nella Maratona internazionale della California del 1992 e ha preso parte alla disciplina dei 10.000 metri ai giochi Olimpici del 1992, nonostante abbia ammesso di avere i piedi completamente piatti.

Il famoso velocista Shawn Crawford è riuscito a strappare 1 oro e 2 medaglie d’argento negli eventi sprint 200m dei giochi olimpici 2004 e 2008. Ha una serie di medaglie d’oro e d’argento da campionati mondiali indoor e outdoor troppo, ed è un 4 volte campione degli Stati Uniti in 200m. Questo è un bel risultato per una persona che ha rivelato che ha i piedi piatti!

Gli atleti che gareggiano anche in altri sport hanno ammesso di avere i piedi piatti, che come è evidente dai loro risultati non ha influenzato le loro prestazioni atletiche.

L’ex giocatore NBA Shane Battier ha trascorso molti anni di successo sul campo da basket, nonostante gli archi crollati.

La prossima volta che stai pensando di smettere di correre o allenarti a causa dei tuoi piedi ad arco basso, ricorda questi atleti e cosa riescono a ottenere con perseveranza e allenamento nonostante i loro archi crollati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.